Fotografie

Libri Resistenti

Podcast:



Foto inviate dai visitatori del sito

Download

Documenti, curiosita'
Documenti di lavoro'

test Procedure

Calcola l'ICI di Pecorara
Archivio delibere e determine

ComPa 2007
Intervento al Compa 2007 Bologna - podcast
Esperienze del territorio - Compa 2007 (pdf)
Foto dell'intervento

Collegamenti

Altri collegamenti

Libri, films ecc.





Don Giovanni Bruschi

Bobbio - anno 1943

Un calesse parte dalla Trattoria della Liberata di Bobbio, destinazione Peli di Coli. A bordo c'e' un Prete molto speciale, si chiama Don Giovanni Bruschi. Sul calesse c'e' del materiale vario per la canonica coperto da un telo, ma soprattutto, nascoste sotto ci sono le armi che dovevano essere trasportate a Peli, dove poi sarebbe arrivato anche Canzi il mitico Colonnello Anarchico.

Per chi porta armi c'è la fucilazione immediata, non interessa se si tratta di un sacerdote o meno.
Il calesse passa proprio davanti alla caserma dei carabinieri. Quel giorno alcuni carabinieri escono e fermano Don Giovanni. Il militare chiede «Allora Don Giovanni, cosa porta di bello su quel carretto ?»
Don Giovanni non si scompone minimamente:
«Mah!, Un paio di bombe, una mitragliatrice e due pistole» «Don Giovanni! Sempre voglia di scherzare eh? Va beh, vada, vada...»
E così tante altre volte Don Giovanni Bruschi portò le armi per i suoi partigiani da Bobbio a Peli.





Pagina scritta in HTML da Attilio Bongiorni - Agosto 2009
bibliografia: La Resistenza piacentina e la figura di Paolo Bellizzi - (memorie e testimonianze di don Giovanni Bruschi Cappellano Capo della XIII Zona) - Editrice Vicolo Del Pavone
nelle foto:La carta di identità falsa procurata a Don Bruschi dall'Avv. Francesco Daveri per sfuggire alle autorità tedesche nel periodo clandestino (fine 1943/45)
Video

Frate Dolcino




Pagina fatta in Html e PHP da Attilio Bongiorni