Fotografie

Libri Resistenti

Podcast:



Foto inviate dai visitatori del sito

Download

Documenti, curiosita'
Documenti di lavoro'

test Procedure

Calcola l'ICI di Pecorara
Archivio delibere e determine

ComPa 2007
Intervento al Compa 2007 Bologna - podcast
Esperienze del territorio - Compa 2007 (pdf)
Foto dell'intervento

Collegamenti

Altri collegamenti

Libri, films ecc.





Donne della Resistenza nell'Oltrepo' Donne della Resistenza nell'Oltrepo'
La coscienza che nessuno puo' mancare oggi per avere diritto a un domani di ricostruzione e di progresso, si fa sempre piu' profonda negli strati femminili dell'Alta Italia. Venute da diferenti condizioni sociali: operaie, impiegate, studentesse, casalinghe, professioniste sono diventate partigiane, gappiste, sappiste, collegatrici, staffette, sanitarie, informatrici, telefoniste, incaricate all'intendenza, cucitrici, partigiane, partecipanti a squadre di difesa operaia, organizzatrici di assalti agli ammassi, ai depositi, e di manifestazioni di protesta ecc. Madri di partigiani combattenti o caduti, giovani donne, spose di deportati, internati, fanciulle delle citta' e delle vallate, dal cuore indomito e dallo slancio generoso prendono a centinaia il postodegli assenti, rivaleggiano coi piu' forti. In ogni campo della lotta intrapresa dalle forze di liberazione nazionale, spesso silenziosamente ignorate da molti, prestano il piu' valido aiuto nell'attivita' partigiana ed insurrezionale. Affrontano i rischi e le fatiche con coraggio, consapevoli delle feroci rappresaglie alle quali verrebbero sottoposte in caso di disgrazia. La partecipazione delle giovani e' piu' numerosa. Erano giunte all'eta' dei sogni piu' rosei, col desiderio di sorridere alla vita e sonostate travolte dalla bufera come gran parte del nostro popolo. Disilluse, senza alcuna prospettiva di un promettente avvenire, hanno imparato a guardare bene in faccia i responsabili dei loro mali, delle loro aspirazioni stroncate Superando popo a poco esitazioni e timori, si sono messe coraggiosamente sulla strada della lotta diventando anch'esse delle combattenti agguerrite e volonterose che si impegnano per una vita degna di essere vissuta.
Dal giornale “Noi donne”, numero speciale per le “Volontarie della liberta'”, dicembre 1944, n. 9
L'autore
Nato il 17 marzo 1931 a Sannazzaro di Santa Maria della Versa in provincia di Pavia da genitori contadini, Ugo Scagni per una decina di anni della sua gioventu' fu lui stesso contadino, poi si dedico' al commercio fino alla soglia dei quarant'anni, quando riprese gli studi scolastici forzatamente interrotti nel 1943 dalle sue condizioni economiche e dalla guerra. Alternando al lavoro lo studio consegui' due lauree presso l'Universita' degli Studi di Pavia: una in Scienze Politiche e l'altra in Lettere moderne, discutendo due tesi sulla Resistenza nell'Oltrepo' , rispettivamente con Sandro Fontana e Giulio Guderzo. Negli anni sessanta comincio' a svolgere l'attivita' di insegnante e coordinatore didattico presso i Corsi serali per studenti lavoratori di Stradella, coltivando, accanto all'insegnamento, la ricerca sulla storia del movimento partigiano. Cio' gli servi' per la stesura di diverse opere, precisamente “Cento croci e cento pagine di storia della Resistenza nell'Oltrepo' Pavese” (1980) “Il contributo dato alla Resistenza dalla Brigata Togni e dal suo comandante Kim” (1986). “Guerriglia partigiana e popolazione in un settore dell'Oltrepo' Pavese” (1993), “La Resistenza ed i suoi Caduti tra il Lesima e il Po” (1995, ristampato nel 2000), “Il comandante Americano e la Resistenza Garibaldina in Oltrepo' Pavese” (1998) .


Donne della Resistenza nell'Oltrepo' di Ugo Scagni ediz. Guardamagna

Video

Pierina Tavani, Stella




Pagina fatta in Html e PHP da Attilio Bongiorni