Fotografie

Libri Resistenti

Podcast:



Foto inviate dai visitatori del sito

Download

Documenti, curiosita'
Documenti di lavoro'

test Procedure

Calcola l'ICI di Pecorara
Archivio delibere e determine

ComPa 2007
Intervento al Compa 2007 Bologna - podcast
Esperienze del territorio - Compa 2007 (pdf)
Foto dell'intervento

Collegamenti

Altri collegamenti

Libri, films ecc.





Una notte a Busseto nel '44

Una notte di dicembre del '44 a Pecorara, guardando dalla finestra del solaio...


La nonna Peppina si mise ad urlare: «Venite via da lì! Volete farvi ammazzare?». Era la notte di Capodanno 1944. Fanny e sua sorella Vanna, insieme con l'amica Pia erano sul solaio e guardavano verso Busseto di Pecorara, proprio dalla finestra tonda che vedete nella foto a sinistra. La c'era uno scenario apocalittico, boati, lampi, ma non erano per niente i fuochi d'artificio della fine dell'anno ma pallotole traccianti e bombe.
Anche Anna Maria era alla finestra dell'osteria di Pecorara di sua mamma e suo papà, anche lei guardava verso Busseto di Pecorara e vedeva fuochi e fiamme. Il giorno dopo hanno saputo: il 18 dicembre a Cicogni erano stati fucilati 5 partigiani e, quella notte a Busseto altri 13 giovani che venivano da tutte la parti dell'Italia e del mondo: 1 ragazzo siciliano, un ucraino, due ragazzi di Bergamo altri di Pecorara, uno della Valtellina; erano morti. Quei lampi e quei boati erano tutto ciò che si poteva vedere da Pecorara della furiosa battaglia che si era scatenata tra i nazifascisti ed una banda di partigiani. I nazifascisti sapevano che avrebbero trovato a Busseto altri giovani che dormivano in una cascina. Probabilmente una spia fascista di luogo ha informato l'esercito. Orlandina, che abitava a Busseto, si ricorda della fine del mondo ! Che nessuno neanche si azzardava a guardare fuori dall'uscio di casa. Alla fine del combattimento i nazifascisti hanno catturato i 13 ragazzi che dormivano nella cascina vicino all'attuale osteria di Busseto, li hanno messi al muro e fucilati. Il giorno dopo Orlandina, aiutata da altri ha composto le salme dei giovani, li ha vestiti e altri uomini li hanno seppelliti a Busseto. Ogni anno Orlandina, finchè è stata in vita o finchè ha potuto, è venuta alla commemorazione di Busseto di Pecorara con un grande mazzo di narcisi. Ogni mese di dicembre dell'anno Gino andava a Busseto e diceva «Vado a trovare i miei amici».

I giovani partigiani uccisi dai fascisti a Cicogni e Busseto



ed altri giovani partigiani che sono scolpiti sulla pietra del monumento di Busseto
  • Husejnov Vilajst - Ucraina
  • Busconi Mario fu Giuseppe nato il 22/02/1920 a Carpaneto - seconda brigata della divisione Piacenza
  • Paochi Luigi fu Paolo nato il 30/09/1922 a Pecorara - seconda brigata della divisione Piacenza
  • Degli Antoni Nino fu Giuseppe nato il 15/08/1921 a Pecorara - seconda brigata della Divisione Piacenza
  • Oroboni Giovanni fu Giuseppe nato il 22/06/1921 a Milano - seconda brigata della Divisione Piacenza
  • Brenzi Giuseppe fu Severino nato il 14/08/1908 a Pecorara - seconda brigata della Divisione Piacenza
  • Fiore Paolino nato in Sicilia ucciso, con altri tre compagni, dai tedeschi-repubblichini sui monti di Pecorara
  • D'Antonio Vincenzo nato il 29/10/1921 a Pianigrano - Rieti - seconda brigata della Divisione Piacenza
  • Dellagrassa Severino nato il 05/10/1923 a Bergamo - seconda brigata della Divisione Piacenza
  • Facchini Giuseppe fu Antonio nato il 24/01/1925 a Bovegno - Brescia - seconda brigata della Divisione Piacenza
  • Santinelli Giovanni fu Giuseppe nato nel 1924 a Azzano San Paolo - Bergamo - seconda brigata della Divisione Piacenza
  • Meregalli Michele nato nel 1925 a Usmate - Milano - seconda brigata della Divisione Piacenza
  • Baronchelli Costante fu Andrea nato nel 1925 abitava in Nasolino Di Villa D'Ogna -Bergamo - seconda brigata della Divisione Piacenza
  • Maestrini Nazzareno fu Guglielmo nato il 06/0271925 a Ranica - Bergamo - seconda brigata della divisione Piacenza
  • Lavatelli Giorgio di Bergamo
  • Gamba Tarcisio nato il 25/06/1925 a Mazzo di Valtellina - Sondrio - seconda brigata della Divisione Piacenza
  • Foglia Sunter fu Fiorentino nato il 25/10/1925 a Trivero - Vercelli - seconda brigata della Divisione Piacenza
  • Anastasi Alfio fu Rosario nato nel 1914 ad Acireale - Catania - seconda brigata della Divisione Piacenza
Nota sul partigiano russo
Da informazioni assunte il nome esatto del partigiano russo è Vilajat Abul'fat Gusejnov nato nel 1916 nella Repubblica dell'Azerbajdzan e non in Ucraina.
Queste informazioni sono state fornite dalla Direttrice dell'Associazione culturale Russkij Mir di Torino

Nota sul partigiano Siciliano (Fiore Paolino)
Il nome esatto del partigiano è Di Fina Lupo Paolo, è presente l'atto di morte nei registri di Stato Civile del Comune di Pecorara.

Questa storia é una testimonianza raccontata da Fanny Zambarbieri.
I nomi dei Partigiani uccisi provengono dall'archivio dell'ANPI Provinciale di Piacenza.

Video

Pierina Tavani, Stella




Pagina fatta in Html e PHP da Attilio Bongiorni